Translate

mercoledì 2 dicembre 2015

Stazione Spaziale Internazionale: astronauta avvista UFO?


il 16 novembre 2015 , l'astronauta Scott Kelly, l'uomo che ha battuto il record di permanenza nello spazio per un astronauta americano, ha postato una immagine su twitter , dove si può notare , ricco di particolari, un oggetto di circa 25/30 metri ad una distanza di circa 300 metri dalla Stazione Spaziale Internazionale.

L'oggetto sembra avere un corpo metallico con delle luci alle estremità. La NASA non ha ancora dato risposta ad un quesito posto dai giornalisti , in passato, però,  gli stessi amministratori dell'Agenzia Spaziale Americana hanno riferito che i detriti spaziali potrebbero essere fonte di avvistamenti e che rimangono un problema al quale presto andava trovata una soluzione.

 Potrebbe comunque trattarsi più semplicemente di un riflesso su di un vetro della I.S.S.

martedì 1 dicembre 2015

Universi Paralleli : La Prova?



I dati raccolti dal telescopio Planck dell'Agenzia Spziale Europea, potrebbero rivelare qualcosa di assolutamente entusiasmante e innovativo. Potrebbe essere stata evidenziato, per la prima volta nella presenza della radiazione di fondo dell'universo, un "contatto" tra il nostro universo e un altro universo a lui parallelo!
 Ranga-Ram Chary , ricercatore presso la sezione Americana del Planck Data Centre in California, utilizzando una cartina che mostra la radiazione di fondo dell'universo (CMB) ha rivelato un bagliore misterioso che potrebbe essere dovuto ad una collisione con la materia di un universo vicino.
 
A seguito dell'inflazione cosmica, nella teoria del Multiverso , si potrebbero verificare queste collisioni, infatti secondo questa teoria, esisterebbero una serie infinita di  universi bolla , creatisi appunto a seguito del Big Bang e della sua improvvisa, istantanea  ed esponenziale crescita. Conseguenza di tutto questo sarebbe la creazione di infiniti universi bolla , che propabilmente potrebbero rispondere ad altrettante leggi della fisica, universi completamente  diversi dal nostro , assolutamente simili o addirittura identici. Nella teoria del Multiverso tutto quello che è possibile esista , esiste o gia è esistito!!

In questo panorama assolutamente fantastico, si va ad inserire lo studio effettuato in California, secondo il quale a seguito di un urto tra 2 universi bolla qualcosa potrebbe essere lasciato come traccia circolare sullo sfondo della radiazione di fondo del nostro universo ( scusate il gioco di parole). Uno studio del 2007, rendeva tutto questo  tecnicamente possibile ed anche se attraverso una tecnica diversa , forse quei ricercatori potrebbero aver trovato la traccia di questi "pugni" cosmici .

A great fit for our models of cosmic inflation, though a mysterious Il percorso seguito dai ricercatori è stato diverso , utilizzando una cartina che evidenzia tutta la radiazione cosmica di fondo dell'universo ( cartina eseguita grazie ai rilievi del Planck Telescope e del BICEP) , è stata sottratta da questa cartina la radiazione emessa dalle stelle , le stesse stelle, le galassie e tutte le sorgenti radio note , si è notato che il risultato era un universo praticamente vuoto , che in alcune zone aveva curiosi anelli di energia , zone corrispondenti alle prime centinaia di migliaia di anni dopo il Big Bang. In queste zone risultava una particolare commistione tra elettroni e protoni . Senza entrare in tecnicismi, diciamo che questi "lividi" sul " tessuto" dell'universo primordiale , lasciano supporre a zone di impatto tra il nostro e un altro universo.

 Fonti: arxiv.org