Translate

sabato 26 settembre 2015

NASA: Lunedì svelato mistero di Marte.

Foto NASA
 
Diversamente da quanto normalmente ci si aspetta dalla seria e abbottonata Agenzia Spaziale Americana, la NASA , ha annunciato che Lunedì alle ore 11.30, ora di New York, provvederà , attraverso una conferenza stampa, a rivelare qualcosa di estremamente importante riguardo l'esplorazione in atto su Marte.
Secondo quanto riporta il sito internet ufficiale della NASA , questa ,  grazie alle attuali strumentazioni presenti sul pianeta, è venuta a capo di quello che viene definito un  importante "mistero"!
Immediatamente il pensiero di tutti noi appassionati di esobiologia è andato ad un possibile annuncio della scoperta di qualche forma di vita sul pianeta rosso e molti hanno cominciato a vagare con la fantasia , fino a fare supposizioni che poco hanno di scientifico. Certo, un tal annuncio  non è consueto per la serissima NASA e sicuramente questa dichiarazione  avrà grossa eco in ambito scientifico e non , ma fare supposizioni "fantascientifiche" è un po' eccessivo.

All'evento, si svolgerà presso la sede del James Webb Auditorium  della NASA a Washington e sarà trasmesso in diretta su i canali NASA TV e in streaming sul sito dell'agenzia, parteciperà il direttore della NASA per scienza planetaria Jim Green e Michael Meyer, il capo del progetto per l'esplorazione di Marte, oltre altre autorità in materia.
Non è chiaro in questo momento  quello che gli scienziati hanno trovato su Marte ma è possibile che i dettagli emergano nelle prossime ore.
Terremo informarti i nostri lettori , non appena ci saranno novità.
Fonti : NASA

domenica 20 settembre 2015

Continuum spazio-tempo in pericolo?


Luoghi lontani e fantastici scenari si osservano dall'altra parte dell'universo conosciuto. Luoghi dove eventi ai confini della fantascienza sono possibili e dove è possibile che due , tra i più misteriosi oggetti dell'universo, entrino in collisione . Due buchi neri nel quasar PG 1302-102 , distanti tra loro non più della grandezza del sistema solare, potrebbero in tempi brevi entrare in collisione ( con tempi brevi si intendono "Tempi brevi astronomici"!). Tra 100.000 anni circa i due buchi neri, che si trovano a circa 3,5 miliardi di anni-luce dalla terra, collideranno producendo uno scoppio con la potenza di 100 milioni di esplosioni stellari, che spazzerà via tutto quello che c'è intorno ai due buchi neri , soffiando via tutte le stelle ei pianeti vicini.

L'effetto, che non è immaginabile , sarà la creazione di increspature nel continuum spazio-temporale che permetterà agli scienziati di studiare meglio la teoria della relatività generale e le onde gravitazionali, ipotizzate da Einstein circa 100 anni fa. L'effetto di questa collisione ,sarà  apprezzabile in tutto l'universo, anche se non dovrebbe avere effetti significativi sul nostro pianeta.