Translate

sabato 14 marzo 2015

VIDEO,Marte: Esplosione Nucleare?

Grande scalpore hanno destato le immagini giunte  da Marte, fotografate da un satellite indiano in orbita attorno al pianeta rosso. Le immagini mostrerebbero  quello che sembra essere un "fungo atomico" !! Luogo dell'impatto è il famoso Valles Marineris Canyon.
I teorici del complotto, spinti anche dalle dichiarazioni del Dr John Brandenburg,  hanno ovviamente visto in queste foto , l'ennesima prova di cospirazioni interplanetarie, avallando l'ipotesi di una reazione nucleare non controllata sulla superficie del pianeta. Rimanendo con i piedi per terra e volendo fare una ipotesi più accettabile, alcuni scienziati hanno valutato la possibilità che si trattasse di una nuvola di polvere causata da una frana o dall'impatto di un meteorite.

L'ipotesi più accreditata, rimane comunque allo stato dei fatti, quella di una pareidolia. Il dottor Jonathan Horner della University of Southern Queensland ,  interpellato in merito, ha dichiarato che altro non è che  una foto presa con una prospettiva falsata che genera l'impressione, in chi guarda, di osservare un oggetto tridimensionale come un fungo atomico.

giovedì 12 marzo 2015

Sodoma e Gomorra : Cosa le distrusse?

Nessuno scienziato ha mai spiegato in modo sufficiente l'esistenza dei tectiti, strani globuli di roccia radioattiva, di aspetto vetroso , che si possono trovare, fra l'altro, in Libano. Secondo una teoria avanzata dal dottor Ralph Stair, dell'Ufficio Nazionale Pesi e Misure degli Stati Uniti, è possibile che i tectiti siano giunti da un pianeta distrutto, i cui frammenti ora orbitano fra Marte e Giove formando una fascia di asteroidi. Un'altra teoria ancora più inquietante è stata proposta da un matematico sovietico , il professor Agrest. Secondo Agrest, la composizione dei tectiti presuppone l'azione di temperature estremamente elevate oltre a quella della radiazione nucleare. Egli sapeva che nessun ordigno nucleare era stato fatto esplodere di recente nella zona del Mar Morto, ma non si poteva escludere che la conflagrazione fosse successa in epoca biblica.
Nelle pergamene del Mar Morto esisteva, dopo tutto, questa strana descrizione della distruzione di Sodoma e Gomorra: "Una colonna di fumo e di ceneri ascese nell'aria come una colonna di fumo scaturita dalle viscere della terra. Una pioggia di zolfo e di fuoco distrusse Sodoma e Gomorra , l'intera pianura, tutti gli abitanti e ogni pianta. E la moglie di Lot si volse a guardare e fu trasformata in una colonna di sale". La colonna di fumo e di fuliggine fa pensare stranamente a un fungo atomico , sostiene Agret. Ma chi ai tempi biblici avrebbe potuto possedere delle armi nucleari? Per Agrest c'era una sola ed inevitabile conclusione :
Armi in grado di creare una simile distruzione potevano provenire soltanto dal cielo. Forse, egli suggerisce, noi siamo stati visitati da extraterrestri nel remoto passato, ma non lo sapremo mai con certezza finchè i tremendi segreti della struttura dei tectiti non saranno rivelati .
                                                                                                Charles Berlitz

domenica 8 marzo 2015

un rilevatore per le onde gravitazionali?

Nonostante centinaia di anni di studi, gli scienziati non hanno ancora sviluppato una teoria in grado di spiegare nei minimi dettagli la gravità. La teoria più accreditata suggerisce che questa venga veicolata per mezzo di particelle chiamate gravitoni ,  ma nessuno è stato in grado di dimostrare che esistono. In un suo articolo pubblicato sulla rivista Physical Review Letters, James Quach, ricercatore presso l'Università di Tokyo,ritiene che le onde gravitazionali potrebbero essere rilevate con degli  specchi che, praticamente, siano in grado di "riflettere" la gravità, come teorizzato gia in passato. Per l'esperimento verrebbero utilizzati degli specchi composti da superconduttori che, raffreddati quasi allo zero assoluto, potrebbero rivelare i gravitoni. La teoria nasce dall'effetto Casimir, secondo il quale, due fogli di metallo  collocati l'uno vicino all'altro nel vuoto, si attraggono.
 Questo avviene perché i fogli riflettono le onde elettromagnetiche, le stesse onde rimangono all'esterno dello spazio tra i fogli ed esercitano una leggera forza che li spinge. Partendo dall'effetto Casimir ,lo scienziato Quach , ha sviluppato l'esperimento teorico di cui sopra.


Fonti:P.R.L. 
         ARXIV