Translate

venerdì 20 febbraio 2015

VIDEO-La torre segreta di Tesla: Aggiornamento

foto RT Ruptly
Di seguito riportiamo l'articolo di alcuni mesi fa sulla torre Tesla che si trova nella città di Istra, nei pressi di Mosca. Ma con l'occasione proponiamo un nuovo interessantissimo video prodotto in alta definizione attraverso l'utilizzo di un drone.

No, non è una colonia aliena, una macchina del tempo, o anche una versione russa del programma HAARP Americano. Ma in una foresta nei pressi di Mosca, questa "macchina per i fulmini" di epoca sovietica ha una capacità pari probabilmente a tutta la produzione di energia elettrica della Russia.

Curiosi si affollano per vedere questa meraviglia tecnica, che è stata ribattezzata la “High Voltage Marx and Tesla Generators Research Facility.” la macchina è un ramo del Russian Electrical Engineering Institute, è si trova nella isolata cittadina di Istra, 40 km a ovest di Mosca . E 'situato in una zona della foresta vicino al monastero di Nuova Gerusalemme ai margini della città.

Il dispositivo di prova segreta ad alta tensione è stato costruito alla fine del 1970 per isolatori di prova, per proteggere i veicoli, aeromobili e apparecchiature elettroniche contro i fulmini. La struttura è assolutamente unica; nulla di simile esiste in tutto il mondo, principalmente a causa della sua capacità di carica eccezionale. Alla sua capacità operativa di picco il generatore( chiamato Marx) , quando un fulmine si scarica su una piattaforma isolata, ha il potere uguale a tutti gli impianti di generazione di energia in Russia,  tra termoelettrico, idroelettrico, nucleare, solare e centrali eoliche combinati.

Ma solo per circa 100 microsecondi. Il generatore  è stato chiamato Marx dopo che l'ingegnere elettrico tedesco Erwin Otto Marx, la descrisse nel 1924. In Russia è conosciuto come il generatore Arkadyev-Marx,  come il fisico russo Vladimir Arkadyev e il suo collaboratore, rinomato scienziato Nikolay Baklin.

a "macchina fulmine," Istra senza precedenti nella sua capacità di scarico, composto da 3 Megawatt trasformatore capacità cascata; un Megawatt impulsi di tensione del generatore 9 (PVG), che misura 39,3 metri di altezza, in grado di creare 150 metri di illuminazione artificiale, che si ritiene essere il più grande al mondo; ed una unità di tensione costante 2,25 Megawatt.

Il banco prova emette un lampo di capacità su una speciale piattaforma fortemente isolata, su cui è posto un dispositivo o un materiale in prova. La piattaforma è piena di sensori che mostrano come esattamente la scarica elettrica ha colpito l'oggetto testato.

Quando l'impianto è in funzione, la carica statica nella "zona calda" è così grande che i capelli di chiunque si rizzano.
Il fulmine è ancora oggetto di esplorazione profonda, e che diversi alberi bruciati  intorno al banco di prova serve a ricordarci che il fulmine è molto difficile da controllare.Il centro di ricerca Istra ha condotto numerosi test sin dai tempi sovietici. Gli ultimi test erano volti alla protezione contro i fulmini per l'aereo Sukhoi, il Superjet russo.Poiché la struttura è molto costosa , è attivata solo per le occasioni speciali.

A differenza del celebre High Frequency Auroral Research Program (HAARP), impianto attivo negli Stati Uniti, il generatore di Marx in Istra non è mai stato pensato per modulare il tempo, ma come HAARP è stato coinvolto nella progettazione di armi per il futuro. Accanto alla struttura di ricerca c'è un altro centro di test, chiamato "Allure." E 'un simulatore stazionario dell'impulso elettromagnetico (EMP) necessario per testare la
robustezza dell'hardware dell'aviazione militare e civile con impulsi elettromagnetici di carattere naturale e artificiale. Un EMP creato da una esplosione nucleare è capace di creare danni alle apparecchiature elettroniche terminali , così la capacità di creare un EMP artificiale, soprattutto senza far esplodere un dispositivo nucleare, è utile in ambito militare. Ecco perché un'arma EMP è il sogno di un generale in qualsiasi paese. Il complesso Allure era destinato a diventare la parte di un edificio scientifico grandioso, con una cupola alta 118,4 metri e larga 236,5 metri, ma quando la costruzione era quasi pronta, la struttura implose, crollando la mattina presto del 25 GENNAIO 1985 .

 L'edificio non è mai stato ricostruito, anche se la sua base circolare potrebbe essere visto dallo spazio (coordinate 55 ° 55 '8 "N, 36 ° 49' 7" E).
Anche se la cupola crollò a causa di errori nella sua costruzione, il crollo ha avuto conseguenze storiche impreviste. L'alto funzionario del Partito comunista sovietico di Mosca sovrintendere alla costruzione della cupola Istra è stato licenziato dal suo lavoro e inviato a un distaccamento remoto come punizione.
Egli è stato sostituito con il collega comunista Boris Eltsin, che è stato invitato a lavorare a Mosca e divenne il primo presidente della Russia.

giovedì 19 febbraio 2015

VIDEO:I misteri di Čeljabinsk

La città di Čeljabinsk in Russia , che sorge hai piedi degli Urali, è balzata agli onori della cronaca il 15 Febbraio del 2013 , quando un meteorite si è schiantato alla velocità di 34.000 miglia l'ora , sviluppando una  esplosione di potenza pari a 500 kilotoni di TNT.

 Il fenomeno fu ripreso da molte telecamere e i media di tutto il mondo ne parlarono per molti giorni. Ma questa città ,oggi esattamente a due 2 anni di distanza,  è testimone di un nuovo inspiegabile mistero, "la neve blu". Una neve di colore blu è caduta sulla città e sul territorio limitrofo coprendo di un tenue azzurro il suolo. Qualcuno che si è azzardato ad assaggiarla, ha dichiarato che aveva un sapore dolciastro e  molti riferiscono strani sintomi dopo la nevicata. Le autorità si sono affrettate a definire il fenomeno non pericoloso per la popolazione e a ripulire tutta la neve caduta. Gli eventi misteriosi della città di  Čeljabinsk non terminano qui.

Nel 1957 (fonti dicono proprio a Febbraio) un grave incidente nucleare colpì la zona nell'oblast' di Čeljabinsk  (la stessa del meteorite!!!). E' giusto precisare che la città di Čeljabinsk, durante la guerra fredda, era definita uno dei luoghi più inquinati al mondo, per via dei depositi di plutonio.





In attesa di ulteriori informazioni le domande restano.

[VIDEO] Il mistero di Black Knight - aggiornamento -

Alcuni mesi fa ci siamo occupati di quello che viene definito il satellite "Black Knight". Si tratta , come si può leggere in questo post, di un oggetto presente in orbita intorno alla terra, un oggetto che emetterebbe dei segnali radio , addirittura ricevuti nel 1899 dallo stesso N.Tesla .
L'oggetto a più riprese è comparso nelle cronache , dopo la prima segnalazione di N.Tesla , nel 1930 alcuni astronomi captarono il segnale e  il Dr. Lincoln dell'Università del New Mexico avvistò la possibile fonte del segnale in orbita intorno la terra nel 1953. Nel corso degli anni '60, con l'avvento dei primi satelliti artificiali e con le prime orbite degli astronauti , le segnalazioni si sono moltiplicate, fino ad arrivare alla famosa missione dello Space Shuttle STS-88 , del 1998, quando quello che viene definito il Black Knight fu fotografato.
Ma veniamo alle novità, questo video, ripreso a bordo della Stazione Spaziale Internazionale , il 9 marzo 2014, mostrerebbe lo stesso oggetto che fu fotografato nel 1998.

 La cosa a questo punto diventa alquanto misteriosa in quanto , nel 1998 , la NASA si affrettò a sconfessare l'avvistamento indicando che si trattava di un detrito spaziale andato smarrito dallo Space Shuttle, ovviamente non è possibile si tratti dello stesso oggetto, in quanto , se si trattasse di spazzatura spaziale , questa già sarebbe precipitata verso il pianeta da molti anni.  

martedì 17 febbraio 2015

Marte: Nubi misteriose o...cosa?

foto ESA
Il pianeta rosso ci ha abituato a diverse stranezze, luci,puntiformi, pietre con strane forme e oggetti sulla superficie ancora non bene identificati. Ma quello di cui andiamo a parlare, rappresenta un mistero anche per gli stessi scienziati dell'ESA(Ente Spaziale Europeo), che hanno pubblicato le foto  che mostriamo, scrivendo un articolo ufficiale sul sito dell'agenzia spaziale che ha come titolo: "Misterioso pennacchio su Marte sconcerta gli scienziati"! .
foto ESA
Secondo queste foto, riprese dal telescopio spaziale Hubble nel 2012, una gigantesca nube di polvere si sarebbe alzata nell'atmosfera di Marte ,arrivando ad una altezza di circa 250 KM. Il fenomeno di piccole tempeste di polvere (che comunque non superano i 100  km di altezza) era già stato segnalato in passato, sia da astrofili che da professionisti, ricordiamo che l'atmosfera di Marte è circa l'1% di quella terrestre. In questo caso siamo di fronte ad un nuovo evento , è come se un fenomeno avesse scatenato uno sbuffo improvviso di polvere, che si è sviluppato a più riprese.
Foto ESA
 Le immagini hanno lasciato molti dubbi ai tecnici dell'ESA che hanno sviluppato varie ipotesi, si parla di formazioni di ghiaccio in atmosfera (quindi riflessi), tempeste di sabbia( anche se non è mai capitato in zone circoscritte), possibili interazioni dell'atmosfera con flussi di particelle caricate elettricamente provenienti dal sole. Ovviamente il pensiero di chi fa riflessioni più "esotiche" , va direttamente a veicoli extraterrestri in manovra sulla superficie del pianeta!!! Forse è un pò troppo anche per chi è abituato a fantasticare , ma sicuramente il mistero che cela l'atmosfera di Marte è ancora da svelare.

Fonte: Esa

domenica 15 febbraio 2015

Messaggi extraterrestri: Un rischio?

Grande dibattito nella comunità scientifica sta suscitando l'ipotesi di usare attrezzature di comunicazione ad alta potenza sulla Terra per trasmettere messaggi verso intelligenze extraterrestri sconosciute. Il progetto che andrebbe a sostituire o quantomeno integrare il più noto progetto SETI di Carl Sagan si definisce , progetto METI  (Messaging per Extraterrestrial Intelligence) o SETI Attivo.
Mentre la comunità scientifica è largamente favorevole a questa idea alcuni oppositori pongono il dubbio sul fatto che il messaggio potrebbe raggiungere civiltà extraterrestri ostili e che , come l'uomo ha fatto quando sulla nostra terra ha conosciuto nuove civiltà, potrebbero essere distruttive per gli esseri umani. A proposito di questo , un gruppo di scienziati , letterati e filosofi di sono riuniti e hanno sottoscritto una comune lettera aperta, che ha come obiettivo quello di spronare tutte le comunità scientifiche e non solo del mondo, affinchè avvenga una discussione e un dibattito pubblico sulla necessità, la possibilità e i pericoli di attivare un sistema come METI.
Il gruppo di One Earth Message, ispirandosi a questo pensiero, ha lanciato una iniziativa interessante (visionabile a questo LINK) creare un messaggio condiviso da tutta l'umanità che, come un messaggio in una bottiglia, possa essere lanciato nel mare del cosmo infinito. E' giusto ricordare che già da 70 anni almeno inviamo segnali nello spazio, anche solo attraverso le normali radio, televisioni e comunicazioni e che forse ETI (Extraterrestrial Intelligence) ha già ascoltato i nostri messaggi (seppur involontari!), speriamo abbia sentito quelli giusti!

Le seguenti persone sono gli ideatori dell'iniziativa di cui sopra:

Armando Azua-Bustos, George Dyson, Eric J. Korpela, Reinhard Prix,James Benford, William H. Edmondson, Harvey S. Liszt, John D. Rummel, Alan P. Boss, Duncan H. Forgan, Claudio Maccone, Andrew PV Siemion, David Brin, John Gertz, Geoffrey W. Marcy, Remington PS Pietra, Lewis R. Dartnell,
Denise L. Herzing, Michael Michaud, Lucianne M. Walkowicz, Paul CW Davies, Andrew W. Howard,
Elon Musk, Dan Werthimer, Michael M. Davis, Sara Imari Walker, Tim J. O'Brien, Shelley A. Wright

LHC : Un pericolo?

Marzo 2015, questa la data di riavvio dell'LHC(Large Hadron Collider). Eminenti scienziati cominciano ad avere dubbi sulla possibile pericolosità di del più potente acceleratore di particelle al mondo.
 Dopo la scoperta del bosone di Higgs (2012), a marzo l'LHC riprenderà, con il doppio della potenza, a funzionare. Stephen Hawking e Neil de Grasse Tyson, in due relazioni indipendenti, hanno suggerito la possibilità, che l'utilizzo ,portato all'estremo, della più potente espressione di energia controllata sul nostro pianeta, possa in qualche  modo risultare pericolosa per il pianeta e più probabilmente per l'intero universo!!
Ovviamente le conclusioni precedenti non sono da prendere alla lettera in quanto , sulle dichiarazioni degli scienziati citati sopra,  c'è stata un po' di speculazione da parte di alcuni siti che hanno dato risalto in particolare ad alcune espressioni piuttosto che altre. In realtà i dati raccolti dagli eventi di collisione potrebbero aiutare gli scienziati di testare le loro teorie sulla struttura dell'universo e determinare quale sia quella che meglio si adatta alle osservazioni sperimentali.
 Le preoccupazioni dei catastrofisti sono relative al fatto che, nonostante la teoria della relatività lo vieti, le collisioni ad alta energia  potrebbero generare buchi neri microscopici o altre particelle esotiche chiamate strangelet (delle quali, dalla data in cui sono state teorizzate, 1999, non vi è mai stata  trovata traccia) che potrebbero causare la distruzione catastrofica del nostro mondo. In questo contesto si sono inserite le dichiarazioni di Stephen Hawking che , in una recente intervista , ha parlato del rischio di creazione di una "bolla di vuoto" che potrebbe generarsi con l'utilizzo di strumenti ad alta energia( simili all'LHC ma molto, molto,molto più potenti!!),  e in considerazione del fatto che l'universo esiste in uno stato instabile, si potrebbe verificare quello che lui definisce un "decadimento del vuoto", che potrebbe cagionare la distruzione dell'intero tessuto dello spazio-tempo!
Ovviamente chi non è un teorico dell'apocalisse ed ha letto l'intero articolo sa che S.H. fa riferimento a ipotesi teoriche e comunque ad eventi che potrebbero accadere solo con l'utilizzo di strumenti che noi oggi ancora non possiamo neanche concepire. A supporto della teoria della pericolosità dell'LHC, alcuni fisici hanno citato il famosissimo fisico Paul Dirac che ipotizzò i monopoli magnetici, costoro ritengono che in
determinate condizioni(quelle create dall'LHC) si potrebbero creare deli monopoli magnetici , che risulterebbero distruttivi per la nostra esistenza. Su questo argomento i fisici dell'LHC non hanno rilasciato dichiarazioni......