Translate

sabato 26 luglio 2014

Misterioso impulso rilevato dallo spazio profondo - Mysterious impulse taken from deep space


Un breve e misterioso impulso è stato recentemente rilevato dal telescopio di Arecibo, tra lo sconcerto degli scienziati. La scoperta ha sollevato nuove importanto questioni negli scienziati che utilizzano il radiotelescopio di Arecibo a Puerto Rico su ciò che ha causato in una frazione di secondo una raffica di onde radio. E' la prima volta che un cosiddetto "burst Radio fast" è stato rilevato con uno strumento diverso dal radiotelescopio di Parkes in Australia, secondo la dichiarazione di un team internazionale di astronomi che hanno portato i risultati e li hanno pubblicati il 10 luglio su The Astrophysical Journal. "La luminosità
 e la durata di questo evento, e il tasso dedotto in cui avvengono queste esplosioni, sono tutti coerenti con le proprietà delle raffiche precedentemente rilevate dal telescopio Parkes in Australia", ha detto Laura
 Spitler, l'autore del nuovo documento.L'impulso insolito è stato rilevato il 2 novembre 2012, presso l'Osservatorio di Arecibo, una struttura sponsorizza dal National Science Foundation che vanta il più grande e il più sensibile radiotelescopio del mondo, con un piatto radio-specchio che copre 305 metri e che copre circa 20 ettari.Anche se una manciata di tali eventi sono stati registrati dagli scienziati utilizzando L'Osservatorio Parkes, la mancanza di risultati simili per le altre strutture ha portato alla speculazione che lo strumento australiano avrebbe potuto captare i segnali provenienti da fonti sopra o vicino alla Terra. "Il nostro risultato è importante perché elimina ogni dubbio sul fatto che queste esplosioni radio sono veramente di origine cosmica", ha detto Victoria Kaspi, un professore di astrofisica presso la McGill University di
Montreal e Principal Investigator del progetto sondaggio-pulsar che ha rilevato questa veloce raffica radio. "Le onde radio mostrano segni di provenire da lontano, fuori della nostra galassia , una prospettiva davvero emozionante."
---English Version---
A brief and mysterious impulse was recently detected by the Arecibo telescope, including the bewilderment of scientists. The discovery has raised new questions importanto in scientists who use the Arecibo radio telescope in Puerto Rico on what caused it in a fraction of a second   a burst of radio waves. It 's the first time that a so-called "Fast Burst Radio" was detected with an instrument other than the Parkes radio telescope in Australia,   according to the declaration of an international team of astronomers led results and have them published July 10 in The Astrophysical Journal. "The brightness   and the duration of this event, and the rate inferred that these explosions take place, they are all consistent with the properties of the bursts previously detected by the Parkes telescope in Australia, "said Laura   Spitler, the author of the new document. The pulse was detected unusual November 2, 2012, at the Arecibo Observatory, a facility sponsored by the National Science Foundation, which boasts the largest and the most sensitive radio telescope in the world, with a flat radio-mirror that covers 305 meters and covers about 20 hectares.
Although a handful of these events have been recorded by scientists using the Parkes Observatory, the lack of similar results for other structures led   to speculation that the Australian instrument could pick up signals from sources on or near the Earth. "Our result is important because removes any doubt that these radio bursts are truly of cosmic origin, "said Victoria Kaspi, a professor of astrophysics at McGill University
Montreal and Principal Investigator of the project-pulsar survey has found that this quick burst radio. "The airwaves are showing signs of coming from far away, outside of our galaxy, a very exciting prospect. "

venerdì 25 luglio 2014

Photo of the day


Marte: ancora un mistero? - Mars still a mystery?


L'idea che la sonda Opportunity potesse riservarci ancora sorprese è  viva e la dimostrazione è  questa serie  di foto scattate su Marte...
Una analisi neanche troppo accurata pone però un dubbio: Le foto sono sicuramente vere ( le pubblica il sito del JPL) , ma perchè sono immagini riprese dalla  "Microscopic Cam" , che dovrebbe riprendere oggetti microscopici o no?.....
In tutti i casi è un'immagine affascinante.
http://mars.jpl.nasa.gov/mer/gallery/all/1/m/666/1M187313971EFF64KCP2900M1M1.HTML
---English Version---
The idea that the Opportunity rover could still surprises in store is alive and the proof is this series of photos taken on Mars ...
A not too careful analysis, however, poses a doubt: The photos are definitely true (the public website of the JPL), but because they are images taken from the "Microscopic Cam", which should resume microscopic objects or not? .....
In all cases it is a fascinating image.
http://mars.jpl.nasa.gov/mer/gallery/all/1/m/666/1M187313971EFF64KCP2900M1M1.HTML

lunedì 21 luglio 2014

VIDEO:Il più misterioso cratere sulla terra - VIDEO:The most mysterious crater on the ground


Misterioso 'gigantesco' buco nella remota regione avvistato da elicotteri sulla penisola di Yamal ricca  di gas.
Il cratere nella terra si ritiene sia fino a 80 metri di larghezza, ma la sua profondità non è ancora stimata. Una squadra scientifica è stata inviata per indagare sul buco ed è arrivata sulla scena Mercoledì.La causa della sua improvvisa comparsa in Yamal - il suo nome significa la 'fine del mondo' nell'estremo nord della Siberia - non è ancora nota, anche se si ritiene possa essere causato dal riscaldamento globale.

Vi è inoltre la speculazione che potrebbe essere causato da un oggetto spaziale - forse un meteorite -  o che si tratti di un collasso della roccia causato da fattori ancora sconosciuti. Il foro gigante apparso vicino ad un bosco a circa 30 chilometri dal più grande giacimento di gas di Yamal Bovanenkovo. Gli esperti sono convinti che una spiegazione scientifica sarà trovata per essa e che non è - come una rivendicazione web ha suggerito - la prova dell'atterraggio di une UFO sul pianeta. Un report e filmati evidenziato da Zvezda TV , suggerisce che il colore scuro del cratere indichi 'alcuni processi di temperatura ", senza spiegare di più quello che può significare.

Altri dicono che l'oscuramento intorno al cerchio interno indica che la sua formazione è stata accompagnata da bruciore cocente ai bordi.  Alcuni osservatori ritengono che l'acqua o terreno asciutto è stato visto cadere nella cavità. C'è accordo sul fatto che il terreno attorno al foro è stato buttato fuori dal cratere, grande abbastanza per permettere a diversi elicotteri Mi-8 di volarci dentro. La spedizione organizzata dalle autorità di Yamal comprende due esperti del Centro per lo studio dell'Artico e uno dal criosfera Institute dell'Accademia Russa delle Scienze. Hanno in programma di prendere campioni di suolo, aria e acqua dalla scena.Saranno accompagnati da uno specialista del ministero delle Emergenze.

Un portavoce del governo di Yamal ha escluso un meteorite, ma ha detto che era troppo presto per dire che cosa causa il gigantesco buco nella terra. 'Possiamo sicuramente dire che non è un meteorite. Nessun dettaglio ancora ', ha detto il portavoce. I primi rapporti e le immagini sono sospettate di essere falsi, ma il buco è un fenomeno reale e si ritiene si sia formato circa due anni fa.L'Ingegnere Konstantin Nikolaev da Yugra è uno di quelli ad aver filmato da un elicottero.  Anna Kurchatova del Centro di Ricerca Scientifica sub artico pensa che il cratere è stato formato da una miscela di acqua, sale e gas , che ha innescato un'esplosione sotterranea, il risultato del riscaldamento globale. Essa postula che il gas accumulato in ghiaccio mescolato con la sabbia sotto la superficie si sia mescolato con il sale,  ricordando che circa 10.000 anni fa questa zona era un mare.Il riscaldamento globale, ha causato un 'allarmante' sciogliersi nel permafrost, il gas rilasciato ha provocato un effetto come il popping di un tappo di bottiglia di Champagne,secondo la ricercatrice.La penisola di Yamal nella Autonomous Okrug Yamalo-Nenets è una regione strategica, per la produzione di olio e gas, per la Russia.  E 'la principale zona di produzione della Russia per il gas e il campo Bovanenkovo ​​è di importanza fondamentale per le forniture di gas dalla Siberia al mondo. Il giacimento di gas è stato scoperto nel 1972 e sviluppato da Gazprom a partire dal 2012. La penisola di Yamal confina con il Mar di Kara -. Baydaratskaya Bay - ad ovest, e il Golfo di Ob a est. Si estende per circa 700 km .
La zona è famosa per le sue mandrie di renne e uccelli migratori.
---English Version---
Mysterious 'giant' hole in the remote region spotted by helicopters on the Yamal peninsula gas-rich.
The crater in the earth is believed to be up to 80 meters wide, but its depth is not yet rated. A scientific team was sent to investigate the hole and is   arrived on the scene Wednesday. The cause of his sudden appearance in Yamal - its name means the 'end of the world' in the far north of Siberia - is not yet known, although it is thought to be caused by global warming. There is also speculation that it could be caused by a space object - maybe a meteorite - or whether it's a collapse of rock caused by yet unknown factors.
The giant hole appeared near a forest about 30 kilometers from the largest gas field in the Yamal Bovanenkovo​​. Experts are convinced that a scientific explanation   will be found for it and who is not - as a web claiming he suggested - the proof of each UFO landing on the planet. A report and highlighted footage from Zvezda TV, suggests that the dark color of the crater indicates' some temperature processes ", without explaining more than you can mean. Others say that the darkening around the inner circle indicates that its formation was accompanied by burning scorching the edges. Some observers believe that the water or dry land was seen to fall into the cavity. There is agreement on the fact that the soil around the hole was thrown out of the crater, large enough to allow a number of Mi-8 helicopters to fly along the inside. The expedition organized by the authorities of the Yamal includes two experts from the Center for the Study of the Arctic cryosphere and one from the Institute of the Russian Academy of Sciences. They plan to take samples of soil, air and water from the scene. They will be accompanied by a specialist of the Ministry of Emergencies.
A spokesman for the government of Yamal has ruled out a meteorite, but said it was too early to say what causes the giant hole in the ground. 'We can definitely say that it is not a meteorite. No details yet, 'said the spokesman. The first reports and pictures are suspected to be false, but the hole is a real phenomenon and is believed to have formed about two years ago. The Engineer Konstantin Nikolaev from Yugra is one of those to have filmed from a helicopter. Anna Kurchatova of the Scientific Research Centre of the sub arctic think that the crater was formed by a mixture of water, salt and gas, which has triggered an explosion
underground, the result of global warming. It postulates that the gas accumulated in ice mixed with the sand beneath the surface has been mixed with salt,    noting that approximately 10,000 years ago this area was a sea. Global warming, caused an 'alarming' in permafrost melt, the gas released caused an effect like the popping of a Champagne bottle stopper, according to the researcher. The Yamal Peninsula in the Yamalo-Nenets Autonomous Okrug is a strategic region for the production of oil and gas, Russia. And 'the main production area of ​​Russia for gas and the Bovanenkovo ​​field is of fundamental importance for the supply of gas from Siberia to the world. The gas field was discovered in 1972 and developed by Gazprom in 2012.
  The Yamal Peninsula is bordered by the Kara Sea -. Baydaratskaya Bay - to the west and the Gulf of Ob on the east. It stretches for about 700 km. The area is famous for its herds of reindeer and migratory birds.

Inquinamento Ambientale in Giappone - Environment Pollution in Japan


Domenica 20 luglio 2014 alle 11:39 UTC
Una perdita di acqua radioattiva è stata trovata nelle tubazioni di acqua utilizzata per raffreddare la piscina del combustibile esaurito nel  reattore n ° 1 della centrale nucleare di Fukushima, il suo operatore ha detto che il 19 luglio, un segno di possibile deterioramento nel sistema è stato osservato. Tokyo Electric Power Co. ha detto che l'acqua dallo stagno di raffreddamento è trapelato, citando livelli di concentrazione di sostanze radioattive nella piscina. Un dipendente TEPCO ha trovato una pozza d'acqua in ciascuna delle due scatole - 75 centimetri per 50 centimetri - che ospitano una valvola di controllo del sistema di tubazioni dell'acqua di raffreddamento al quinto piano del palazzo n ° 5 del reattore alle 01:25 del 19 luglio. L'acqua si era raccolta ad una profondità di 9 cm in una scatola e 18 cm nell'altra. L'acqua misura 2-3 becquerel di cobalto 60 per centimetro cubo. Questa particolare sezione della tubazione non è stata usata dal 6 luglio, quando una perdita simile è stata scoperta in un'altra sezione. Gli esperti dicono che le perdite continue indicano che le valvole si stanno deteriorando, e che i controlli della utility sono inadeguate. "Siamo consapevoli che il nostro approccio si è stato da lassisti inquanto non  siamo stati in grado di rilevare il problema fino a quando si è verificata la perdita", ha detto un funzionario della TEPCO. "Stiamo rivedendo il modo in cui i controlli dovrebbero essere effettuati." Anche all'intatto edificio del reattore n°6,  il pompaggio
di acqua di raffreddamento è stato temporaneamente interrotto dopo che  una perdita in un sistema di tubazioni simile è stato rilevato in data 11 luglio. L'ultima fuga all'edificio del reattore  No . 5  si è verificata dopo che il governo della prefettura di Fukushima ha esortato la TEPCO ad effettuare controlli approfonditi del suo equipaggiamento. I reattori No. 5-6 erano stati chiusi per manutenzione quando il terremoto e lo tsunami hanno colpito il complesso nucleare l' 11 Marzo 2011, e portato a crolli in tre degli altri
 quattro reattori della centrale. La TEPCO prevede di utilizzare il reattore n ° 5 e 6 come centri di formazione per il lavoro di smantellamento degli altri reattori. Altre perdite si sono verificate queste mese l'8 , il 19 e il 20 luglio , che si vanno a sommare alle innumerevoli altre perdite dei mesi scorsi
---English version---
Sunday, 20 July, 2014 at 11:39 UTC
A leak of radioactive water was found in the piping of water used to cool the spent fuel pool in the undamaged No. 5 reactor building of the Fukushima No. 1 nuclear power plant, its operator said on July 19, a sign of possible deterioration in the system. Tokyo Electric Power Co. said water from the cooling pond leaked, citing comparable levels of the concentration of radioactive substances in the leak and the pool. A TEPCO employee found a pool of water in each of two boxes--75 centimeters by 50 cm--that house a control valve in the cooling water piping system on the fifth floor of the No. 5 reactor building at 1:25 a.m. on July 19. The water had collected to a depth of 9 cm in one box and 18 cm in the other. The water contained 2-3 becquerels of cobalt 60 per cubic centimeter, according to the utility. This particular piping section has been unused since July 6, when a similar leak was discovered at another section. Experts say the continuing leaks indicate that valves are deteriorating, and that the utility’s inspections are inadequate. “We are aware that our approach proved to be lax as we were unable to detect the problem until the leak occurred,” a TEPCO official said. “We are reviewing the way checks should be conducted.” At the also undamaged No. 6 reactor building, the pumping of cooling water was temporarily halted after a leak in a similar piping system was detected on July 11. The latest leak at the No. 5 reactor building came after the Fukushima prefectural government urged TEPCO to conduct thorough checks of its equipment. The No. 5-6 reactors had been shut down for maintenance when the earthquake and tsunami struck the nuclear complex on March 11, 2011, and resulted in meltdowns in three of the plant's four other reactors. TEPCO plans to use the No. 5 and 6 reactors as training centers for the decommissioning work of the other reactors.